La mostra

«Vita e destino. Il romanzo della libertà e la battaglia di Stalingrado»

In occasione del centenario della nascita di Vasilij Grossman, il Centro Culturale Pier Giorgio Frassati – in collaborazione con la Fondazione Arte Storia e Cultura Ebraica a Casale Monferrato e nel Piemonte Orientale ONLUS e la Fondazione Russia Cristiana – ha realizzato una mostra retrospettiva dedicata alla figura dello scrittore e in particolare al suo capolavoro Vita e destino. È da questa iniziativa che è nato il Centro Studi Vasilij Grossman.
La mostra, intitolata «Vita e destino. Il romanzo della libertà e la battaglia di Stalingrado», è stata allestita a Torino dal 12 dicembre 2005 al 26 febbraio 2006 presso il Museo Diffuso della Resistenza, della Deportazione, della Guerra, dei Diritti e della Libertà. Alla realizzazione della mostra hanno offerto il loro prezioso contributo l’Associazione Memorial di Mosca e il Museo Statale di Storia Contemporanea.

La mostra ripropone i momenti essenziali del romanzo e della vita di Vasilij Grossman attraverso fotografie, documenti, cimeli, stampe e giornali d’epoca. Il nucleo centrale su cui si sviluppa il percorso espositivo è l’assoluta irriducibilità del singolo uomo a qualsiasi forma di potere. Un filo rosso che si dipana nella storia, perché è nella battaglia di Stalingrado che Grossman scoprì il volto ultimo della propria libertà e lo intravide, nascosto, in tutti i gesti degli uomini. E proprio in nome di questa libertà fu il primo a patire con il «sequestro» del romanzo da parte del KGB.

Dalla mostra originale il Centro Studi ha elaborato una versione a pannelli che può essere trasportata ad allestita in diverse locations.
La mostra è composta di 30 pannelli, facilmente trasportabili e comprensivi di sostegno per il montaggio, oltre a 3 totem provvisti di monitor e lettore dvd per la proiezione di 3 video. È disponibile in lingua inglese, russa, spagnola e francese.

Dal 2007 la mostra è stata esposta in numerose città italiane (Milano, Genova, Casale Monferrato, Termoli, Cuneo, Biella, Bra, Rho, Saluzzo, Pontresina). All’estero è stata esposta a Buenos Aires (RA), Gerusalemme (IL), New York e Washington, D.C. (USA), Oxford (UK), Parigi (FR) e Lussemburgo (L).

La versione russa della mostra è stata inaugurata il 7 maggio 2007 a Mosca presso il teatro «Na Strastnom», in collaborazione con l’Associazione Memorial  e al Centro Culturale Pokrovskie Vorota – Duchovnaja Biblioteka. Da quella data fino a oggi la mostra ha percorso l’intera Federazione Russa, grazie al sostegno dell’Associazione Memorial, ed è stata allestita a Krasnojarsk, Tomsk, Ekaterinburg, Novočerkassk, Perm’, Tver’, Penza e Tula.

La mostra ha sempre avuto un grande successo di pubblico e molti visitatori.

Vuoi prenotare la mostra?

La mostra è disponibile in 6 lingue ed è possibile personalizzare allestimenti su misura.

Scrivici e ti ricontatteremo al più presto!

Per avere informazioni sulla mostra scrivere a studycenter@grossmanweb.eu.