Vita e destino

Il capolavoro di Vasilij Grossman

Vita e destino è il capolavoro di Vasilij Grossman, il romanzo a cui è legata la sua fama.

Un libro imponente. Un classico per tutti i tempi. L’epica difesa del popolo russo durante l’assedio di Stalingrado. Romanzo attualissimo, Vita e destino è una difesa appassionata dell’irriducibilità di ogni singolo uomo a qualsiasi forma di potere. Come ha scritto George Steiner, libri come Vita e destino «eclissano quasi tutti i romanzi che oggi, in Occidente, vengono presi sul serio».

Nel dramma della guerra, nello svelarsi della specularità drammatica di due ideologie contrapposte – nazismo e comunismo – la vita e le passioni dei singoli individui che lottano in primo piano fanno emergere la domanda sul significato della vita, su quello che Grossman chiama «l’umano nell’uomo».

Il romanzo, seconda parte di una dilogia (la prima parte è Per una giusta causa, non ancora tradotto in italiano) è stato scritto tra il 1950 e il 1960. Nel 1961 il KGB ne ha impedito la pubblicazione “arrestando” il manoscritto. È stato pubblicato per la prima volta a Losanna nel 1980 (editore L’Age d’Homme), in russo, e dagli anni Ottanta è stato tradotto in molte lingue. In Russia è stato pubblicato per la prima volta durante la Perestrojka, nel 1988.

Ecco alcuni sussidi per la lettura del romanzo:

Scheda dei personaggi

Per facilitare la lettura giarda la scheda completa dei personaggi di Vita e destino

Scarica la scheda in pdf

DOWNLOAD

Stas’ Gawronski presenta Vita e destino a Cult Book

Emanuele Torreggiani presenta Vita e destino a Due minuti, una vita